Radio Cooperativa (mappe)
Uffici: via A. Da Tempo 2, 35131 Padova
Studio: str. Battaglia 89, 35020 Albignasego
STATUTO e REGOLAMENTO
Sostieni Radio Cooperativa
(detraibile)
Scrivi il
 EUR
contributo
Socio
Posta certificata
Facebook

Ascolta in streaming


Leggi il palinsesto

Palinsesto
Proposta
5PERMILLE

Auguri ... sottovoce

AuguriCari amici ascoltatori
così avrebbe cominciato il suo saluto il vecchio Mike e così anche noi del sito di Radio Cooperativa vogliamo cominciare perché è il modo migliore per esternare l’affetto che proviamo nei confronti dei “nostri amici" che ascoltano i programmi di questa radio così speciale e diversa da tutte le altre.
Nelle varie trasmissioni che siete abituati a seguire e che stanno aumentando di numero e varietà ogni giorno che passa, i conduttori vi hanno già inviato i loro saluti e auguri per cominciare un anno nuovo con lo stesso entusiasmo e partecipazione di quello che sta finendo.
E anche se il tempo è qualcosa di indefinibile che scorre senza interruzioni e rende quindi il passaggio dal 31 dicembre al 1 gennaio un semplice velocissimo istante come tutti gli altri, sono i fatti, gli eventi, le cose che accadono a rendere un anno differente dall’altro.
In questi ultimi 12 mesi sono successe tante cose, abbiamo seguito tanti avvenimenti, grandi e piccoli, importanti e meno. La caduta del governo Berlusconi, il dramma giapponese di marzo, le alluvioni italiane, le grandi manifestazioni, i referendum, la riappropriazione da parte dei cittadini delle piazze e il grido, forte e chiaro, che siamo noi a voler decidere le cose importanti di questo paese: la politica energetica, la proprietà dei servizi essenziali, l’uguaglianza di chiunque di fronte alla legge.
Radio Cooperativa c’è sempre stata: con servizi in diretta (Se non ora quando?, Paul Connett a palazzo Moroni, Mi illumino di meno, La primavera araba, I movimenti NoTAV e molti altri ancora) o con trasmissioni di riflessione e approfondimento, spesso con ospiti importanti. Non sono mancati, come è giusto che sia, i momenti di simpatia con le musiche per ogni età dall’hard rock più duro alle melodie degli anni ’60 e al liscio. Perché questa radio è di tutti e a tutti deve quindi rivolgersi.
Ci aspetta un anno duro, nel quale verranno al pettine tutte le magagne di cui fino ad oggi abbiamo solo parlato (le famigerate “manovre” del 2011), mentre continueremo a lottare per il lavoro, per l’integrazione, per la pace e per un ambiente un tantino più decente in cui possano crescere senza pericolo di malattie i nostri figli e nipoti.
E noi ci saremo. Saremo lì a raccontarvi cosa succede, a darvi lo spazio che meritate per dire cosa ne pensate.
Il count down di mezzanotte si avvicina.  Abbiamo due possibilità. Possiamo sperare che sia un anno migliore di quello passato o fare di tutto perché questo accada. Sono sicuro che saremo in tanti a scegliere la seconda strada e lo faremo anche attraverso i microfoni di questa radio.
E’ quindi sottovoce che vi auguro un felice 2012: vi mando un abbraccio forte, con affetto, Mario.
 
Amici di Radio Cooperativa
Associazione
I nostri podcast
Abbonati: è gratuito!
ultimi podcast
clicca sull'immagine
Anticipazioni dai programmi