Radio Cooperativa (mappe)
Uffici: via A. Da Tempo 2, 35131 Padova
Studio: str. Battaglia 89, 35020 Albignasego
Sostieni Radio Cooperativa
Scarica bollettino

IBAN
Scrivi il
 EUR
contributo
Socio
Posta certificata
Facebook
streaming

Finestra sul territorio: l'avete ascoltata?

Cane finestraFinestra sul territorio
Radio Cooperativa lascia gli studi per andare sul territorio per raccontare le parole e i pensieri che attraversano i dibattiti sui grandi temi di attualità.
Il programma che raccoglie le voci dei protagonisti dei tanti incontri va in onda ogni lunedì dalle 14.10 alle 15.40.
Buon ascolto!

Programmazione dei prossimi lunedì :
- lunedì 9 e lunedì' 16 marzo: LAVORI IN CORSO- LAVORO, LEGALITA' E SVILUPPO 
- lunedì 23 marzo : LAVORO POVERO -DOVE L'ILLEGALITA' INCONTRA LA LEGALITA'
 

Admo a Radio Cooperativa

Admo a radio cooperativaDa oggi, per i prossimi 4 mercoledì, ci raccontiamo con ADMO!

Seguiteci e telefonateci! 

Buon ascolto!
 

Il blues per davvero: Claudio Bertolin a Infinitamente blues

Claudio BertolinSe parliamo di blues a Padova, parliamo di Caludio Bertolin. Sarà il nostro ospite lunedì sera a Infinitamente blues, dalle 22,30 sulle frequenze di Radio Cooperativa e in streaming da questo sito.
Ancora oggi il suo nome è associato a coloro che, tra i primi in Italia, contribuirono a diffondere il Blues: il texano Cooper Terry ed il chitarrista romano Roberto Ciotti. Con entrambi alla fine degli anni '70, ha avuto modo di fare varie turnèe in Italia e nel resto d'Europa ed in particolare con Roberto Ciotti ha partecipato alla realizzazione di due album.
Dopo un inizio da armonicista ha continuato la sua carriera musicale prediligendo la chitarra ma mantenendo intatto il feeling in ogni sua esibizione. Riesce infatti, come pochi, ad interpretare il Blues con l'intensità di una voce che lui stesso considera lo strumento principale. Ha suonato con molti bluesmen di fama internazionale (tra gli altri Eddie C. Campbell e il mitico Sonny Terry) e si è esibito come apertura ai concerti di artisti del calibro di Pino Daniele, John Mayall, Mickey Baker ed altri. Attualmente si presenta sia in versione acustica che con una band elettrica. Il repertorio quindi, spazia dal Blues delle origini  al blues elettrico che contraddistinse, fin dagli anni '40 e '50, la scena musicale di Chicago.

Non mancate, lunedì 09 marzo ore 22.30

 

Livingston: conversazioni sul Buddhismo.

LivingstonDa sempre l'essere umano è alla costante ricerca della risposta alle questioni più semplici ed allo stesso tempo più importanti dell'esistenza: chi sono? Dove vado? Qual è il senso della vita? Cos'è la felicità e come posso ottenere una vita libera dalla sofferenza? La ricerca spirituale e l'esigenza di avere delle  risposte hanno spinto l'occidente ad aprirsi alle filosofie e religioni orientali, forse per avere una nuova prospettiva,che offrissero una soluzione alle questioni esistenziali, possibilmente libere da dogmi e dalla richiesta di fede cieca,
Di tutte le filosofie, quella Buddhista è quella che più ha incuriosito e sta incuriosendo l'occidente, la sua raffinatezza e l'assenza di dogmi, lasciano il posto ad una ricerca genuina  caratterizzata da pragmaticità e analicità, dove l'esperienza soggettiva diviene oggetto di osservazione fino ai livelli più profondi. Esplorando la mente fino ai livelli più sottili ogni essere è in grado di esperire alle più profonde verità sull'esistenza e di come ogni essere sia in grado di essere felice e responsabile, in una realtà interdipendente ed in continuo mutamento. In tutto questo l'aspetto della consapevolezza offre la soluzione a molti degli aspetti più critici della nostra esistenza e del nostro ruolo rispetto alla vita. Qualcuno crede che più cosapevolezza equivalga a maggiore sofferenza, ma la visione Buddhista offre una prospettiva diametralmente opposta, più si è consapevoli e più si è felici e amorevoli con se stessi e con gli altri...Qual è il segreto di questa filosofia che invita al continuo sviluppo di amore e saggezza?

Ne parliamo con Hans, studente presso il centro Buddhista ILTK di Pomaia.

Vi aspettiamo sabato 07 marzo ore 18.10

 

Noncicredo 28/02: larve e vermi nei piatti del 2050?

CiboNoncicredo del 28 febbraio è dedicata al cibo. Oltre ad affontare i soliti temi sulla distribuzione del cibo (e dell'acqua) nel mondo, cercheremo di capire come i cambiamenti climatici in corso possono modificare la situazione e quali prospettive si annunciano per i prossimi decenni. Seguendo i dati di ricerche e studi internazionali scopriremo non tanto quello che gli umani del 2050 mangeranno, quanto quello che non potranno più mangiare, a meno di voler pagare cifre oggi impensabili per bistecche, aragoste e champagne.

Non mancate, sabato 28 febbraio ore 14.50

 

Livingston: la storia si ripete: guerra e terrorismo

Livingston
Chi l'avrebbe mai detto che nel ventunesimo secolo avremmo ancora avuto guerre e povertà nel mondo?
Negli ultimi anni assistiamo ad una escalation di atti "terroristici" e di guerre nel cuore dell'Occidente, cosa unisce l'attentato di Parigi a quello dell'11 Settembre 2001?
Nel prossimo futuro, riusciremo a garantire una pace duratura in una Europa messa a dura prova dalla crisi e dall'Euro, dagli attentati terroristici, dalla costante paura di una nuova guerra, dalla questione Ucraina e al possibile conflitto  con la Russia, dalla paura dell'ISIS e dell'Islam, all'ondata di immigrazione dovuta alle guerre in Siria e Iran e alle conseguenze del conflitto libico?
Come sfondo agli scenari di crisi e conflitti è sempre più evidente la costante presenza dei più famosi esportatori di democrazia: le lobby e i governi americani. Ed oltre a ciò vediamo sempre più delinearsi la presa di potere da parte di grossi gruppi economici a scapito della popolazione e della connivenza dei politici di ogni stato, i quali si adoperano ad approvare leggi  finalizzate a togliere  sovranità agli stati escludendo in modo sempre più evidente i cittadini dal prendere decisioni che influiranno sul loro futuro.
Ma chi ci guadagna da tutto questo, quali sono i reali scopi della guerra e del terrorismo. Dopo essere slittati al 73° posto in quanto libertà di informazione, siamo ancora così ingenui da credere a tutto quello che l' "informazione ufficiale" ci dice?Propaganda o informazione?
Una puntata dedicata ad una panoramica di ciò che sta accadendo in Italia, in  Eurpa e nel mondo, nuovi conflitti e possibili  scenari futuri dove, in nome della sicurezza, si vanno a limitare le libertà e i diritti di chi da queste dinamiche ne esce sempre perdente: i cittadini, di qualunque nazionalità.
due modi complementari di vedere la vita e la realtà che ci circonda saranno gli argomenti affascinanti di cui tratteremo in questa puntata.

Vi aspettiamo sabato 21 febbraio ore 18.10

 

Noncicredo: il cromo-6 di Stroppari

Elena BauSabato 14/2 alle 14,50 (replica domenica 15 alle 16,50) una puntata speciale di Noncicredo, la trasmissione che a Radio Cooperativa si occupa di temi ambientali da molti anni.
In studio i protagonisti di un libro e dell'analisi di una vicenda che tocca le nostre terre: quella dell'inquinamento da Cromo esavalente che, da Tezze sul Brenta (precisamente dalla sua frazione Stroppari), ha invaso un'area molto grande nelle province di Vicenza e di Padova.
Elena Baù, di Stroppari, dopo la tesi di laurea sull'argomento ha scritto un libro, intitolato “Il paese che brillò sotto le luci del cromo". Un'opera che mescola la fredda cronaca di fatti gravissimi con pagine riempite di personaggi che tutti noi possiamo aver incontrato nei bar dei nostri paesi e qualche stralcio di bucolica poesia.
Assieme a lei, ci sarà in studio, Maurizio dalla Gassa dell'associazione Laboratorio Natura di Nove (VI) che ha curato l'edizione del libro.
Una puntata da non perdere, per l'importanza del tema e la qualità degli ospiti presenti.

Non mancate, sabato 14 febbraio ore 14.50

 

Spazio scenico: buon compleanno!

spazio scenicoSabato 14 febbraio avremo il piacere di festeggiare il secondo compleanno di Spazio Scenico con una bravissima artista, tra le rivelazioni del 2014, l'attrice e cantautrice veneziana Maria Roveran.
Dopo aver frequentato per due anni le Facoltà di Fisica delle Università di Padova e Trieste, si trasferisce a Roma per frequentare il corso di recitazione del Centro Sperimentale di Cinematografia, e alterna esperienze teatrali e cinematografiche, cortometraggi e videoarte. Nel 2011 riceve una borsa di studio per la Shanghai Theatre Academy. Tornata in Italia, nel 2012 è scelta come protagonista del film Piccola Patria di Alessandro Rossetto, per la cui colonna sonora compone e interpreta le canzoni Piccola Patria e Va (Assime star). Il film viene selezionato alla 70° edizione della Mostra del Cinema di Venezia, categoria "Orizzonti", al International Film Festival di Rotterdam, al New Talent Gran Prix del Copenaghen International Film, al Munich Film Festival, viene inserito nella prestigiosa rassegna "Open Roads" di New York, e riceve la nomina per il Globo d'oro 2014 per sceneggiatura e colonna sonora.

Non mancate, sabato 14 febbraio ore 13.40

 

Ruggero Robin a "Infinitamente blues": 9 febbraio

Ruggero RobinPuntata da non perdere quella di lunedì 9 febbraio (ore 22,30) a Infinitamente blues. In studio un ospite di eccezione, un chitarrista dalla tecnica sublime e dalla cultura musicale eccelsa. Stimato da molti mostri sacri del blues e del jazz, ha allargato i suoi interessi anche ad altri campi musicali come il rock e il pop. Si tratta del padovano Ruggero Robin.
Ha all'attivo tre CD, che hanno riscosso giudizi ottimi dal pubblico (vedi). Le sue collaborazioni con artisti di spessore mondiale non si contano. Ci piace tuttavia ricordare la sua partecipazione ad un album di Zucchero (Zu & co del 2004), nel quale suona in 4 brani.
La sua presenza sarà l'occasione non solo per ascoltare la sua musica, ma anche per una chiacchierata con aneddoti e racconti sugli incontri che ha fatto lungo il suo percorso. Ci sarà sicuramente molto da imparare e da divertirci. Oltre alle sue canzoni proporremo quelle di alcuni suoi compagni di viaggio, non necessariamente legati solo al blues / rock ... anzi.

Non mancate, lunedì 09 febbraio ore 22.30

 

Associazione Immigrati a Radio Cooperativa

AIELunedì 09/02/2015 l'Associazione Immigrati ed Extracomunitari torna in diretta a Radio Cooperativa (Fm 92.700 Mz) sempre dalle 19.10 fino alle 20.40 questa settimana con 2 temi:
- finire la panoramica sulle politiche di sviluppo dell'UE;
- dalle ore 19.30 dialogheremo con il rappresentante della comunità Nigeriana di Rovigo sulla situazione del paese dopo i recenti massacri di Boko Haram. Presso la città di Rovigo ricopre l'incarico di Mediatore culturale.

Lunedì 16/02/2015 ci sarà una puntata tutta al femminile; Francesca e Clara avranno come ospite una rapprensetante dell'Associazione Mimosa di Padova (Associazione-Mimosa) che presenterà le attività del gruppo aprendo un Focus riguardo l'attività Unità di Strada notturna.

Come sempre cercheremo di intervallare le letture a brani musicali legati al tema del giorno e prima di salutarci segnalarvi gli eventi della settimana, a partire da questo lunedì. Non mancate, anche in streaming (o qui), segnalazioni e info a Questo indirizzo e-mail protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Non mancate, lunedì 09 e 16 febbraio ore 19.10

 

Noncicredo: 31 gennaio TTIP e altre storie

Blues top tenCosa sapete del TTIP? E di cosa ne pensano quelli che hanno in mano le redini politiche del mondo? Cosa ne pensano ad esempio Renzi e Mogherini e in che direzione spinge il nostro governo? Per contrastare questo trattato infame o per cercare di attuarlo il più presto possibile? Quali vantaggi potrà portare alle nostre genti? E alle multinazionali che lo hanno progettato e voluto? E' un caso che il parlamento statunitense, con maggioranza repubblicana se ne faccia paladino? O dipende dal fatto che molti soldi fluiscono nelle tasche di quei deputati-zerbino? Perché dovrebbe essere diverso da noi, dove la corruzione è di casa come gli spaghetti o la pizza?
Fantasie? Fantapolitica? Informazioni terroristiche?
Sapete cosa sono gli ISDS? E cosa stanno combinando agli stati europei? Cosa sapete della lotta tra aziende e governi e dei soldi (tanti soldi) che i cittadini devono pagare per questi trattati capestro?
Di questo e di altro si occupa la puntata di Noncicredo del 31 gennaio.
Tra gli altri argomenti: per quanto tempo l'ambiente terrestre sarà adatto alla vita dell'uomo? Cosa succede a Fukushima 4 anni dopo il disastro nucleare? Sarà protetta l'Alaska dalle multinazionali del petrolio?
Infine l'annuncio di una puntata speciale per il 14 febbraio con ospiti importanti in studio e un argomento che ci tocca (come veneti) da molto vicino.

Non mancate, sabato 31 gennaio ore 14.50

 
Ascolta in streaming

Amici di Radio Cooperativa
Associazione
I nostri podcast
Abbonati: è gratuito!
ultimi podcast
clicca sull'immagine
Anticipazioni dai programmi