Radio Cooperativa (mappe)
Uffici: via A. Da Tempo 2, 35131 Padova
Studio: str. Battaglia 89, 35020 Albignasego
STATUTO e REGOLAMENTO

clic

Sostieni Radio Cooperativa
(detraibile)
Scrivi il
 EUR
contributo
Socio
Posta certificata

Ascolta in streaming


Leggi il palinsesto

Palinsesto
Proposta

MERCOLEDI' 11 NOVEMBRE: Favolando e Nessun dorma!

relativitàMercoledì 11 novembre: Cari amici, in questa puntata di Favolando (ore 20,30), parliamo di relatività. Non abbiate paura, nessuna formula strana, ma due racconti che cercano di affrontare il tema da due punti di vista. Quello scientifico prima con il racconto di fantasia, scritto da Mario Brusamolin, di come un fisico tedesco di nome Alberto sia arrivato a conclusioni fantastiche, che hanno, letteralmente, rivoluzionato il mondo.
Nella favola di Raffaella Passiatore, è il concetto di tempo ad essere messo in discussione. Cosa significano frasi come “c’è tanto tempo” o “il tempo passa veloce”. Quanto tempo? Quanto veloce? Rispetto a cosa?
Il consiglio è quello di seguire con attenzione il racconto dei nostri fantastici attori, Raffaella, Ella e Marco, … insomma … non deve volare una mosca … anzi no, una mosca vola davvero e sarà la protagonista di questa bellissima storia.

Alle 21,15 andrà in onda l'opera lirica "Don Giovanni" di Wolgang Amadeus Mozart.
Don Giovanni
ossia Il dissoluto punito è la seconda delle tre opere buffe di Wolfgang Amadeus Mozart basate sul libretto di Lorenzo Da Ponte, dopo “Le nozze di Figaro” e prima di “Così fan tutte”. Si compone di due atti ed è considerato uno dei capolavori del compositore austriaco, della musica e della cultura occidentale in generale. Il lavoro viene commissionato a Mozart direttamente dall’imperatore Giuseppe II, che aveva gustato il libro di Giuseppe Gazzaniga, Il convitato di pietra.
L'opera debutta il 29 Ottobre 1787, ma non a Vienna, che aveva un atteggiamento piuttosto freddo nei confronti di Mozart, bensì al Teatro degli Stati di Praga, suscitando subito un grande entusiasmo, e costituendo, per il compositore, una piccola rivalsa nei confronti di Vienna.
Questa edizione, incisa nel 1996,
è interpretata da: Bryn Trefel, Renée Fleming, Ann Murray, Michele Pertusi. Esegue la London Philarmonic Orchestra, diretta dal maestro ungherese Georg Solti.
Buon divertimento!

Vi aspettiamo, mercoledì 11 novembre dalle 20,30

 

MERCOLEDI' 4 NOVEMBRE: Favolando e Nessun dorma!

castello incantatoMercoledì 4 novembre: dopo il grande successo della scorsa settimana, ecco una nuova proposta per la serata del 4 novembre.
Cominciamo alle 20,30 con "Favolando", che si occuperà del ... "grande fratello"! No, non temete, non intendiamo affatto la trasmissione (di gusto molto dubbio) delle reti mediaset. Ascolterete due racconti, entrambi molto significativi di una società futuribile e (speriamo di no) ipotizzabile. Quella in cui le macchine (o un grande fratello, appunto) decidono delle scelte dei cittadini e, perfino, dei loro pensieri. Nella prima parte della trasmissione una nuova favola di Raffaella Passiatore: "Il castello incantato"; ci scontriamo qui con la burocrazia più estrema, di cui cade vittima il povero signor Massa. Una grande interpretazione, in particolare, di Graziella Ella Ciampa. A seguire, Mario leggerà le pagine iniziali di "1984" di George Orwell, romanzo imperdibile del 1949.la Boheme

Alle 21,15 andrà in onda l'opera lirica "La Bohéme" di Giacomo Puccini, che narra le vicende di un gruppo di giovani artisti bohemienne a Parigi e la triste storia della fragile e ammalata Mimì. Alcune arie, come "O che gelida manina" fanno parte del gotha della musica lirica. Se poi a cantarle è Luciano Pavarotti ... ma non basta, perché a dirigere l'orchestra dei Berliner Philharmoniker c'è nientemeno che il più grande di tutti, Herbert von Karajan. Insomma, solo il meglio per i nostri ascoltatori.
Buon divertimento!

Vi aspettiamo, mercoledì 4 novembre dalle 20,30

 

Diritti e attualità: 6 novembre

Ottomano Nel consueto spazio quindicinale "Diritti e attualità", Socrates Negretto prosegue il racconto dell'impero Ottomano, che nel XVI secolo vediamo alle prese con la gestione di una superpotenza che tutto il mondo euroasiatico osserva con attenzione e la cui espansione sembra inarrestabile. L'amministrazione della giustizia, la centralizzazione amministrativa, i rapporti tra le classi sociali e la ricerca di una supremazia sui mari sono sfide tanto urgenti quanto complicate per una struttura di potere che faceva della multiculturalità la sua cifra distintiva. Un elemento, questo, che rende la storia ottomana quanto mai istruttiva per il mondo di oggi.
Buon ascolto!

Vi aspettiamo venerdì 6 novembre alle 15.50

 

FAVOLANDO 28 OTTOBRE: ... IMPERDIBILE!!!!

arca
Una performance straordinaria degli attori di Favolando ... davvero imperdibile!

Vi aspetto, ogni mercoledì alle 20,30 alle ore 20,30

 

Diritti e attualità: 23 ottobre

Ottomano
Raccontando la nascita e l'ascesa dell'impero Ottomano si apprende quanto la storia dell'Europa e del Mediterraneo sia segnata da continui confronti e da assidui mescolamenti tra culture diverse. Socrates Negretto, insomma, dimostrerà nel corso della trasmissione che i Turchi sono sì un secolare spauracchio, ma anche una parte dell'anima occidentale tra le più antiche e tra le più influenti.  

Buon ascolto!

Vi aspettiamo venerdì 23 ottobre alle 15.50

 

MERCOLEDI' 14 OTTOBRE: Favolando e Nessun dorma!

gattoMercoledì 14 ottobre: ecco due nuovi appuntamenti da non perdere.
Alle 20,30 andrà in onda "Favolando", che si occuperà di ... gatti! Trasmetteremo la fiaba de "Il gatto con gli stivali", di Charles Perrault, come antipasto a "Metti una sera un gatto" di Raffaella Passiatore, recitata, oltre che dall'autrice, dagli attori Graziella Ella Ciampa e Marco Luise. Avremo così modo di notare la grande differenza tra la fiaba classica e la favola tratta dal libro"Favolando, favole per grandi". Gli ingredienti per farsi due rusate, ma anche per riflettere su aspetti psicolanalitici, ci sono tutti: un gatto parlante, il direttore d'orchestra Straninsky, che si innamora al primo sguardo della strega cattiva che ha rubato le scarpette bianche a "quella feticista" di Cenerentola e poi altri personaggi, tra i quali perfino il vecchio Sigmnund Freud, il più conosciuto psicoanalista della storia. Come finirà l'entrata del gatto durante il concerto? Non resta che ascoltare la favola.

ToscaAlle 21,15 andrà in onda la seconda puntata di "Nessun dorma!". Questa sera l'opera proposta è la Tosca di Giacomo Puccini, un melodramma ricco di colpi di scena, mentre lontano si svolge una battaglia, tra i francesi guidati dal console Bonaparte e gli austriaci, che segnerà le sorti d'Italia, la battaglia di Marengo. A Roma, la storia si snoda tra sostenitori di Napoleone e la polizia che parteggia per gli austriaci. Ci sono morti e suicidi, come si conviene ad un melodramma che si rispetti. Ma ci sono, soprattutto, dei mostri sacri della lirica:  i cantanti Tito Gobbi, Giuseppe Di Stefano e l'immensa Maria Callas. L'orchestra e il coro del teatro alla Scala di Milano sono diretti dal maestro Victor De Sabata.
A seguire, per raggiungere la mezzanotte ed iniziare il notturno, un concerto di Ludwig Van Beethoven (il n. 3 op 37 per pianoforte e orchestra) con due pezzi da novanta della musica sinfonica: il pianista Glenn Gould e il direttore Leonard Bernstein, che dirige la Columbia Symphony Orchestra.

Vi aspettiamo, mercoledì 14 ottobre dalle 20,30

 

18 ottobre 15,30: Recital dal vivo con Abracalam!

San gennaro
Clicca sull'immagine per ingrandire
 

Diritti e attualità: 25 settembre

caporettoNell'ottobre del 1917 si consuma la disfatta di Caporetto, tragedia immane rimasta giustamente viva nella memoria collettiva. Ragionare sui motivi di quella disastrosa ritirata significa riflettere sui limiti e sulle inefficienze che gravano tanto sull'Italia di allora quanto sull'Italia di oggi: una classe dirigente tanto inconsistente quanto parolaia, la diffidenza a coinvolgere le masse popolari nei grandi processi nazionali, l'ostilità verso le strutture politiche e - soprattutto - la sorda incomunicabilità tra ceti dominanti e ceti dominati. Violenta frattura, quest'ultima, che spiega le frequenti pulsioni autoritarie che proprio nei giorni Caporetto vedono i loro disumani esordi.
Con l'aiuto di numerose testimonianze dell'epoca, Socrates Negretto fornisce spunti di analisi sulle fragilità strutturali del nostro Paese.
Buon ascolto!

Vi aspettiamo venerdì 9 ottobre alle 15.50

 

FAVOLANDO ... dal 7 ottobre in onda

Favolando Mercoledì 7 ottobre 2020 comincia, per Radio Cooperativa, una nuova stagione di trasmissioni serali. Dalle 20,30 alla chiusura potrete gustare due programmi veramente speciali.
Cominciamo dal primo, il cui titolo è “FAVOLANDO” (20,30-21.15) e, come dice il nome racconterà delle favole. Attenzione, le favole non sono come le fiabe ed in effetti, non incontrerete fate, orchi e fagioli magici, ma personaggi curiosi, molto strani e storie improbabili. Uno dice: “E allora che differenza c’è?”. Il fatto è che l’autrice dei testi (che sono del tutto ORIGINALI!!!) ha messo, sullo sfondo di questi racconti, una analisi sociale, o politica, o umana, a volte psicoanalitica, tanto che potremmo scomodare Freud o Jung come riferimenti. Non preoccupatevi: i racconti sono estremamente divertenti e, ne sono sicuro, vi farete delle grandi risate ascoltandoli.
L’autrice si chiama Raffaella Passiatore, è una artista a tutto tondo, dal momento che si occupa di pittura, musica (insegnante e concertista di pianoforte), ma la sua grande passione resta la letteratura e, in particolare, quella legata al teatro. Così ha scritto un libro di “Favole per grandi”, appunto “Favolando”, alcune delle quali costituiscono l’essenza della trasmissione. Raffaella è molto quotata, il lungo elenco di premi ottenuti ne fa una scrittrice di primo livello. Inoltre è molto simpatica, il che non guasta!
Ma non è tutto. Accanto a lei, nella preparazione delle puntate, ci sono due attori straordinari, che imparerete ad apprezzare, perché le loro interpretazioni sono davvero fantastiche, dovendo dar vita anche a decine di voci e intonazioni diverse, quando i personaggi della favola sono moltissimi. E lo fanno con una naturalezza e velocità che ha del miracoloso. Loro sono Graziella Ella Ciampa e Marco Luise, veramente bravissimi.
La durata delle favole non è costante. Ce ne sono da 45 minuti e altre da meno di un quarto d’ora. Non volendo “contaminare” una storia con l’altra, ne trasmetteremo solo una a serata. Se dovremo riempire il tempo restante, useremo delle fiabe (ma sì, quelle di Perrault, Andersen, fratelli Grimm e via dicendo), anche per capire l’enorme differenza tra queste e le Favole di Favolando.
É una trasmissione prodotta in casa, assolutamente esclusiva della nostra radio, registrata in studio e montata personalmente dal sottoscritto.

Vi aspetto, ogni mercoledì alle 20,30 alle ore 20,30

 

NESSUN DORMA! ... dal 7 ottobre in onda

lirica
Mercoledì 7 ottobre comincia, dopo Favolando, un’altra trasmissione importante. Il suo titolo “Nessun dorma!” è preso da una famosa romanza della Turandot di Giacomo Puccini. Ed è proprio di lirica che si tratta.
Il 7 ottobre comincia una nuova avventura a Radio Cooperativa. Ogni settimana presenteremo un’opera lirica e quella sera spiegheremo in diretta come è nata e come sarà strutturata questa trasmissione.
I responsabili del progetto, Donatella Gasperi, che si è occupata dei testi, Silvia Dell’Uomo che sarà la voce narrante e Mario Brusamolin che ne ha curato la regia, saranno ai microfoni della radio per spiegare cosa succederà. Quella sera metteremo in onda una favola (vedi l’articolo su FAVOLANDO) e un’opera senza commenti, dato che “ruberemo” del tempo per la presentazione.
Le registrazioni (su CD offerti da Annamaria Bassan) sono tutte di altissimo livello e spesso pregiate. Avremo di tutto un po’, dalla Tosca (che aprirà la “vera” trasmissione il 14 ottobre) alla Turandot, all’Aida, al Barbiere di Siviglia e a moltissime altre meraviglie della lirica italiana e non.
Anche questo è un progetto di Radio Cooperativa che speriamo raccolga il vostro interesse e il vostro gusto.

Vi aspettiamo, ogni mercoledì alle 21,15

 

Radio Cooperativa alla festa del Volontariato

Volontariato

Radiocooperativa partecipa alla Festa provinciale del Volontariato e della Solidarietà, in ambito a Solidaria 2020, nell'anno in cui Padova detiene il titolo di Capitale europea del Volontariato.
Domenica 27 settembre in Prato della Valle, veniteci a trovare presso il nostro stand informativo, dalle ore 10 in poi.

VI ASPETTIAMO!

 
Amici di Radio Cooperativa
Associazione
USALO PER DESTINARE IL 5X1000
I nostri podcast
Abbonati: è gratuito!
ultimi podcast
clicca sull'immagine
Anticipazioni dai programmi
Ultime notizie
Documentario sulle proteste a Hong Kong vince 'Oscar asiatici'

Governo: Berlusconi, stia in carica fino a fine emergenze

Manovra: Salvini, chiederò a Draghi di parlare di nucleare green

Agcom 'assolve' Palombelli su femminicidi, salvata dalle scuse

Pesa ancora Covid, Papa anticipa Messa 'notte' Natale
Nell'ex vigneto crescono lumache salva-Pianeta. "Allevarle, che fatica. Ma ci insegnano una vita migliore"

Zero carne e meno dolci, la dieta vegetariana impatta il 60% in meno sul Pianeta

Il buon senso che fa bene al Pianeta: 21 idee per cambiare abitudini e difendere l'ambiente

Via la plastica dal frigo: come congelare i cibi inquinando meno

Antartide, il punto di non ritorno è vicino. "In 10 anni la perdita dei ghiacci può diventare irreversibile"

Bosco del Molino, dove nasce la farina ora crescono 18mila alberi
Questo Natale dona per salvare la foresta indonesiana

Generali fa un passo concreto per abbandonare il carbone!

Rio Mare punta alla pesca sostenibile!

Monsanto e la finta rete di agricoltori

“FRA poco spariranno”: il nostro nuovo report
Muore a 41 anni direttore artistico Louis Vuitton uomo

Addio Virgil Abloh, re dello streetwear di lusso

Loredana Berté, a The voice ho scoperto la gentilezza

Box office Usa, Encanto davanti a House of Gucci

Monica Bellucci, grazie per l'accoglienza su Maria Callas
Mostra "I love Lego"

Giornata internazionale contro la violenza alle donne 2021

Teatro Verdi - Stagione teatrale 2021/2022

Mostra "L’anima variopinta della natura" di Claudio Principe

Ciclo di concerti e conferenze "Un violino per la vita"