Radio Cooperativa (mappe)
Uffici: via A. Da Tempo 2, 35131 Padova
Studio: str. Battaglia 89, 35020 Albignasego
Sostieni Radio Cooperativa
Scarica bollettino

IBAN
Scrivi il
 EUR
contributo
Socio
Posta certificata
Facebook

Ascolta in streaming


Leggi il palinsesto

Palinsesto

Le immagini della cena di Radio Cooperativa

Ecco le immagini della cena di rilancio di Radio Cooperativa tenutasi presso l'associazione Khorakhanè di Abano terme il 26 novembre scorso.
Cena radio 26_1102
Cena radio 26_1103
Cena radio 26_1104
Cena radio 26_1105
Cena radio 26_1106
Cena radio 26_1107
Cena radio 26_1108
Cena radio 26_1109
Cena radio 26_1110
Cena radio 26_1111
Cena radio 26_1112
Cena radio 26_1113
Cena radio 26_1114
Cena radio 26_1115
Cena radio 26_1116
Cena radio 26_1117
Cena radio 26_1118
Cena radio 26_1119
01/18 
start stop bwd fwd
 

Italia Nostra del 29 novembre: le immagini

Itala nostra
 

Da "Il Mattino" del 13.11:2016

Articolo

Ecco l'articolo pubblicato da Il Mattino il 13 novembre a firma di Alberta Pierobon.
 

Voci dal terremoto

terremMentre la gente è in strada dopo la terribile scossa che ha svegliato il centro Italia, Radio Cooperativa raccoglie in diretta le testimonianze di alcune persone. In collegamento con Norcia, Luca Cari, responsabile della comunicazione del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, ci illustra la situazione. E' poi la volta di Roberto Calamita, di massa Fermana, nelle Marche, il quale ci racconta come si convive con la costante paura e se e come si percepisce la presenza dello Stato in una simile situazione.
Il file è un estratto dalla trasmissione "Lo speciale" andata in onda domenica 30 ottobre 2016.

Download
 

Ciao Mauro!

Cari amici di Onde Rock e di Radio Cooperativa, l’assenza del programma dal palinsesto della radio non era una cosa voluta ma purtroppo una decisione dovuta ad una malattia che in poco tempo ha colpito le nostre vite. Il “Buon Mauro” come di solito lo chiamavo in trasmissione, ci ha lasciati qualche giorno fa. Il “50% della redazione di Onde Rock”, come lui amava definirsi, ha intrapreso un viaggio … uno di quelli lunghi. Onde Rock era una sua creatura. Ha amato così tanto questa trasmissione che nell’ultimo nostro incontro, una settimana fa, mi ha fatto leggere un racconto che aveva scritto per la radio. Ringrazio tutti coloro che ci hanno seguiti in questi anni. E’ stato molto bello sentirvi vicini. Mauro ha sempre letto con molto affetto tutti i messaggi che durante ogni puntata ci avete inviato. Con grande dolore ma anche con la consapevolezza di avere avuto la fortuna di condividere con una persona così speciale un pezzo della mia vita, lo saluto. Ciao Mauro Marta
 

Ogni cosa è illuminata: 25 ottobre

ArcheologicaMartedì 25 ottobre nella trasmissione "Ogni cosa è illuminata" sarà presente Francesco Cozza, presidente della Società Archeologica Veneta, che ha da poco festeggiato i 40 anni di attività.

Vi aspettiamo: martedì 25 ottobre alle ore 10,15

 

Black&Blue da mercoledì 19 ottobre!!!

Satch plays FatsLa nostra radio ha diverse bellissime trasmissioni musicali che coprono un panorama molto vasto: dai classici italiani degli anni che furono al metal, dal blues alla musica classica al pop e al rock.
Perché allora aggiungere una nuova trasmissione?
Perché abbiamo pensato di raccontare cos'è, come è nato, chi lo ha interpretato, quali influenze ha subito e ha offerto alla società nella quale si è evoluto dalla fine dell'800 ad oggi il Jazz. Un racconto della storia di questo straordinario genere musicale in 15 puntate che vanno in onda il mercoledì sera dalle 20,20 per un'ora e mezza. I brani seguono l'ordine cronologico a cominciare da quei generi che c'erano prima del jazz e sono responsabili, in un modo o nell'altro, della sua nascita: il ragtime, la musica delle street band, gli spiritual e, certamente più di ogni altro, il blues. A raccontare questa storia le voci di Silvia e Mario, che conoscete dalla trasmissione "Infinitamente blues". Abbiamo seguito la traccia di un volume storico, "La storia del jazz" di Arrigo Polillo, integrandola con informazioni tratte da altre fonti, cartacee e recuperate dal web.
Va precisato che alcuni brani, specie quelli dell'inizio del secolo scorso, sono presi da vinili d'epoca e per questo le musiche sono, a volte, accompagnate da un leggero fruscio.
E' chiaro che, vista la vastità di artisti e di proposte del genere, la scelta della scaletta non poteva che essere soggettiva. Questa è la "nostra" visione della storia del Jazz, anzi di una breve storia del jazz.
La trasmissione si chiama "Black&Blue", che è il titolo di un celeberrimo brano, scritto nel 1929 da uno dei massimi esponenti del genere, un artista fantastico, Fats Waller. Di lui parleremo nel corso delle puntate, come del meraviglioso interprete di questa canzone, Louis Armstrong. Black$Blue sarà anche la sigla di apertura del programma. Per la chiusura ci siamo affidati ad un altro mostro sacro, probabilmente il più grande sassofonista di sempre (e il "probabilmente" è messo là solo per  prudenza), Charlie Parker, con una interpretazione magica del brano brasiliano O Pato.
Le puntate saranno disponibili (una volta trasmesse) per essere riascoltate o salvate sul proprio computer nel sito "www.noncicredo.org", nella apposita sezione, chiamata Black&Blue.
E' tutto, speriamo vi piaccia ascoltare queste puntate, come a noi è piaciuto immensamente prepararle.
Dunque buon ascolto e, come diciamo nella chiusura di ogni puntata ... buon jazz a tutti.
PS. Così, come assaggio, ecco l'inizio della prima puntata
Download
 

13 ottobre: Nobel che va Nobel che viene

Bob DylanChe giornata, questo 13 ottobre 2016.
Mentre ci rattrista la scomparsa di un grande commediografo e attore come Dario Fo, arriva una notizia fantastica per chi come noi di Infinitamente Blues da anni ormai spinge perché al menestrello di Duluth, Bob Dylan, venga assegnato il premio Nobel per la letteratura.
E' un curioso via vai di un Nobel che se ne va, lasciando dietro di sè cultura, canzoni, spettacoli straordinari, invenzioni sopraffine, impegno sociale e politico e un altro che quell'impegno l'ha messo al servizio di una nuova generazione, quando molti anni fa, più di 50, i fatti da commentare e contro cui battersi erano il razzismo di stato e la partecipazione ad assurde guerre come quella del Vietnam.
Bob Dylan, premio Nobel per la letteratura appena insignito, è un grande esempio di come la musica possa diventare un megafono per sottolineare semplicemente quello che si dovrebbe fare. Esempi di una profondità infinita come "Blowing in the wind" o, forse più ancora, "Masters of war" e "A Hard Rain's A-Gonna Fall" pongono, già nel 1963, Bob al vertice della protesta giovanile statunitense.
Oggi Dylan gira il mondo con i suoi concerti, in un tour senza termine (il Never ending tour) che sfiora ormai le  3000 rappresentazioni, molte delle quali anche nel nostro paese. E' un Dylan diverso, più tranquillo, con una voce più alla carta vetrata, un Dylan che può anche permettersi di giocare con le canzoni del più grande crooner, Frank Sinatra, in Shadows in the night o con le canzoni tradizionali del suo paese in Fallen Angels. E, comunque vada, è sempre un enorme successo.
Dedicheremo la prossima puntata di Infinitamente blues (25 ottobre) al mitico Dylan.
 

Infinitamente blues compie tre anni

Blues tre anni Il 7 ottobre 2016 "Infinitamente Blues", compie tre anni. Così, martedì 4 ottobre, giorno dedicato ad una replica della trasmissione, abbiamo pensato di raccogliere in  un file alcuni momenti del programma di questi ultimi tre anni, prendendo materiale qua e là. Data la grande possibilità di scelta, ne esce una puntata la cui scaletta è davvero spaziale: da B.B. King ai Cream, da Frank Zappa ai Grateful Dead, da James Brown agli AC/DC, tanto per citare qualche nome, faranno tutti compagnia a chi vorrà ascoltare questo "revival" di Infinitamente blues. Torneremo in diretta quanto prima.

... vi aspettiamo, martedì 04 ottobre alle 22.30

 

Novità nel palinsesto da Ottobre 2016

On airPer ragioni operative ci saranno dei cambiamenti nel palinsesto dal mese di Ottobre 2016.
  • A partire dal giorno 11 ottobre, la trasmissione "Noncicredo" si sposta dal sabato pomeriggio al martedì sera dalle 20,50 alle 22,20 con frequenza quindicinale, subito prima di "Infinitamente blues" e dopo "Gaber". La replica della trasmissione rimane dov'è, la domenica della settimana successiva alle 16,50.
    La replica di Muzak, che si svolgeva il martedì sera, passa al sabato pomeriggio alle 14,50.

  • Da mercoledì 19 Ottobre alle ore 20,20 comincia una nuova trasmissione. Verrà presentata in 16 puntate la storia del Jazz dalla fine dell'800 ad oggi. Si tratta di file che verranno messi in onda ogni 15 giorni, con il commento di Silvia e Mario (che conoscete già come conduttori di Infinitamente blues). La trasmissione si chiama "Black & Blue" (come la celebre canzone di Fats Waller).
Sperando di fare, come sempre, cosa gradita ai nostri ascoltatori.
 

Infinitamente blues 13 settembre: fifties

fiftiesLa prossima puntata di "Infinitamente Blues", martedì 13 settembre alle 22,30, vuole rispondere ad una domanda fondamentale: "Quali erano i dischi più venduti negli anni '50?"
Abbiamo costruito una scaletta con i successi (o meglio "alcuni" dei successi) del periodo dal 1950 al 1959, prendendo spunto dalla classifica Billboard dei dischi più venduti negli Stati Uniti e delle hit-parade italiane. Ne è venuta fuori una puntata ricca di canzoni preziose, di successi immortali, di personaggi curiosi, per qualcuno magari di ricordi indelebili della propria infanzia. Ci fanno compagnia artisti memorabili: dai grandi bluesmen (Hooker, King, Little Walter) alle stelle universali (Fitzgerald, Ray Charles, Elvis) ai cantanti dal romanticismo estremo (Platters, Paul Anka, Pat Boone) ai nostri (Lucia Mannucci, Domenico Modugno, Adriano Celentano) ... non potete proprio perdervela!

... vi aspettiamo, martedì 13 settembre alle 22.30

 
Amici di Radio Cooperativa
Associazione
I nostri podcast
Abbonati: è gratuito!
ultimi podcast
clicca sull'immagine
Anticipazioni dai programmi