Radio Cooperativa (mappe)
Uffici: via A. Da Tempo 2, 35131 Padova
Studio: str. Battaglia 89, 35020 Albignasego
Sostieni Radio Cooperativa
Scarica bollettino

IBAN
Scrivi il
 EUR
contributo
Socio
Posta certificata
Facebook
RTI
Streaming b

Per voi

Buona Pasqua
 

Pranzo di Musano (22 marzo): le foto

Grazie a Giuliano Bastianello ecco le foto della festa di Musano ... se ti riconosci saluta con la manina Risatona
P1000655
P1000656
P1000657
P1000658
P1000659
P1000662
P1000664
P1000665
P1000668
P1000674
P1000676
P1000678
P1000681
P1000683
P1000691
P1000692
P1000694
P1000695
P1000696
P1000697
P1000709
P1000713
P1000717
P1000718
01/24 
start stop bwd fwd
 

Internotte: puntata speciale

Internotte

Non mancate, giovedì 26 marzo ore 22.00

 

Spazio scenico:Titino Carrara

spazio scenicoTutti gli amanti del Teatro, ma anche chi vuole veramente scoprire la forza, la poesia, la passione che questa arte vuole portare alle persone, non potrà perdersi la puntata di Spazio Scenico di sabato 28 marzo, perchè in studio con noi avremo un grande attore: Titino Carrara. Il padre Tommaso, detto Maso, nel 1948  costruisce a mano un Teatro Mobile di 500 posti chiamato : Il Piccolo Carro di Tespi e con la moglie Argia Laurini fonda la compagnia Italiana di Prosa Carrara-Laurini. Debutta a dieci anni Titino e prosegue la sua attività al seguito del Carro dei Tespi della famiglia, spostandosi in tutto il Nord Italia, fino al 1965, quando i Carrara si fermano a Valdagno (VI). (... leggi ancora)

Non mancate, sabato 28 marzo ore 13.40

 

AIE: speciale giornata della donna

Ecco la registrazione (a parte le musiche per ragioni di copyright) della trasmissione realizzata dall'Associazione Immigrati Extracomunitari lunedì 9 marzo 2015 e interamente dedicata alle questioni femminili, anche in occasione della giornata della donna.
La trasmissione è divisa in due parti per rendere più veloce l'ascolto o il download.
Download
Download
 

Sabato 14 marzo: novità e tradizione

GuerraSabato 14 marzo 2015 il pomeriggio sarà ricco di trasmissioni da non perdere.
Si parte con l'appuntamento tradizionale di Spazio scenico, che, alle 13,40, raccoglierà la storia e i progetti di 2 attori veneti: Maria Celeste Carobene e Christian Bertaggia.

Seguirà alle 14,50 una nuova puntata di Noncicredo, nella quale racconteremo la vicenda di Rovello Porro e della grave contaminazione radioattiva da Cesio 137 uscita da una fonderia della zona e passata quasi inosservata per tutto questo periodo.

Infine, alle 16,30 una nuova trasmissione, La Grande Guerra degli italiani (1915-18) - memorie e ricordi dal fronte, con il ritorno alla conduzione di  Irene Barichello, che molti ricorderanno nella splendida veste di commentatrice della Divina Commedia. In studio le puntate saranno gestite da Sebastiano Leotta, professore di storia e filosofia a Padova. Si tratta di 4 appuntamenti (uno ogni quindici giorni), durante i quali verranno presentate e lette, passi scelti, quattro opere rappresentative della partecipazione italiana al primo conflitto mondiale (E. Lussu, Un anno sull'altipiano; C. Salsa, Trincee; lettere dal fronte tratte da La guerra grande, di A. Gibelli; l'ultima puntata sarà dedicata ai renitenti nella Grande Guerra, con letture dal classico volume di Forcella-Monticone, Plotone di esecuzione).

Vi aspettiamo sabato 14 marzo dalle 13,40 in poi

 

Finestra sul territorio: l'avete ascoltata?

Cane finestraFinestra sul territorio
Radio Cooperativa lascia gli studi per andare sul territorio per raccontare le parole e i pensieri che attraversano i dibattiti sui grandi temi di attualità.
Il programma che raccoglie le voci dei protagonisti dei tanti incontri va in onda ogni lunedì dalle 14.10 alle 15.40.
Buon ascolto!

Programmazione dei prossimi lunedì :
- lunedì 9 e lunedì' 16 marzo: LAVORI IN CORSO- LAVORO, LEGALITA' E SVILUPPO 
- lunedì 23 marzo : LAVORO POVERO -DOVE L'ILLEGALITA' INCONTRA LA LEGALITA'
 

Admo a Radio Cooperativa

Admo a radio cooperativaDa oggi, per i prossimi 4 mercoledì, ci raccontiamo con ADMO!

Seguiteci e telefonateci! 

Buon ascolto!
 

Il blues per davvero: Claudio Bertolin a Infinitamente blues

Claudio BertolinSe parliamo di blues a Padova, parliamo di Caludio Bertolin. Sarà il nostro ospite lunedì sera a Infinitamente blues, dalle 22,30 sulle frequenze di Radio Cooperativa e in streaming da questo sito.
Ancora oggi il suo nome è associato a coloro che, tra i primi in Italia, contribuirono a diffondere il Blues: il texano Cooper Terry ed il chitarrista romano Roberto Ciotti. Con entrambi alla fine degli anni '70, ha avuto modo di fare varie turnèe in Italia e nel resto d'Europa ed in particolare con Roberto Ciotti ha partecipato alla realizzazione di due album.
Dopo un inizio da armonicista ha continuato la sua carriera musicale prediligendo la chitarra ma mantenendo intatto il feeling in ogni sua esibizione. Riesce infatti, come pochi, ad interpretare il Blues con l'intensità di una voce che lui stesso considera lo strumento principale. Ha suonato con molti bluesmen di fama internazionale (tra gli altri Eddie C. Campbell e il mitico Sonny Terry) e si è esibito come apertura ai concerti di artisti del calibro di Pino Daniele, John Mayall, Mickey Baker ed altri. Attualmente si presenta sia in versione acustica che con una band elettrica. Il repertorio quindi, spazia dal Blues delle origini  al blues elettrico che contraddistinse, fin dagli anni '40 e '50, la scena musicale di Chicago.

Non mancate, lunedì 09 marzo ore 22.30

 

Livingston: conversazioni sul Buddhismo.

LivingstonDa sempre l'essere umano è alla costante ricerca della risposta alle questioni più semplici ed allo stesso tempo più importanti dell'esistenza: chi sono? Dove vado? Qual è il senso della vita? Cos'è la felicità e come posso ottenere una vita libera dalla sofferenza? La ricerca spirituale e l'esigenza di avere delle  risposte hanno spinto l'occidente ad aprirsi alle filosofie e religioni orientali, forse per avere una nuova prospettiva,che offrissero una soluzione alle questioni esistenziali, possibilmente libere da dogmi e dalla richiesta di fede cieca,
Di tutte le filosofie, quella Buddhista è quella che più ha incuriosito e sta incuriosendo l'occidente, la sua raffinatezza e l'assenza di dogmi, lasciano il posto ad una ricerca genuina  caratterizzata da pragmaticità e analicità, dove l'esperienza soggettiva diviene oggetto di osservazione fino ai livelli più profondi. Esplorando la mente fino ai livelli più sottili ogni essere è in grado di esperire alle più profonde verità sull'esistenza e di come ogni essere sia in grado di essere felice e responsabile, in una realtà interdipendente ed in continuo mutamento. In tutto questo l'aspetto della consapevolezza offre la soluzione a molti degli aspetti più critici della nostra esistenza e del nostro ruolo rispetto alla vita. Qualcuno crede che più cosapevolezza equivalga a maggiore sofferenza, ma la visione Buddhista offre una prospettiva diametralmente opposta, più si è consapevoli e più si è felici e amorevoli con se stessi e con gli altri...Qual è il segreto di questa filosofia che invita al continuo sviluppo di amore e saggezza?

Ne parliamo con Hans, studente presso il centro Buddhista ILTK di Pomaia.

Vi aspettiamo sabato 07 marzo ore 18.10

 

Noncicredo 28/02: larve e vermi nei piatti del 2050?

CiboNoncicredo del 28 febbraio è dedicata al cibo. Oltre ad affontare i soliti temi sulla distribuzione del cibo (e dell'acqua) nel mondo, cercheremo di capire come i cambiamenti climatici in corso possono modificare la situazione e quali prospettive si annunciano per i prossimi decenni. Seguendo i dati di ricerche e studi internazionali scopriremo non tanto quello che gli umani del 2050 mangeranno, quanto quello che non potranno più mangiare, a meno di voler pagare cifre oggi impensabili per bistecche, aragoste e champagne.

Non mancate, sabato 28 febbraio ore 14.50

 
I nostri podcast
Abbonati: è gratuito!
ultimi podcast
clicca sull'immagine
Anticipazioni dai programmi