Radio Cooperativa (mappe)
Uffici: via A. Da Tempo 2, 35131 Padova
Studio: str. Battaglia 89, 35020 Albignasego
STATUTO e REGOLAMENTO
Sostieni Radio Cooperativa
(detraibile)
Scrivi il
 EUR
contributo
Socio
Posta certificata
Facebook

Ascolta in streaming


Leggi il palinsesto

Palinsesto
Proposta

Noncicredo: ultima puntata sulla blue economy 11/08

MiniereMartedì 11 agosto si chiude il percorso di sei puntate dedicato da Noncicredo alla Blue Economy. Dopo aver esaminato cosa il mondo animale e quello vegetale possono offrire di insegnamento all'uomo, questa volta ci rivolgiamo al mondo degli oggetti inanimati. Cercheremo di capire come l'acqua dei fiumi, le bucce dei pomodori o l'enorme quantità di pietre, residui delle attività minerarie, potrebbero (e possono) diventare nutrienti di processi non solo sostenibili e utili per l'umanità e l'ambiente, ma anche fonte di guadagno per aziende che siano dirette da menti aperte alle novità e, cosa certo non meno importante, per la creazione di nuovi posti di lavoro.
Con questa puntata, Noncicredo va in ferie per alcune settimane e da a tutti gli "appassionati" che seguono queste vicende, appuntamento a settembre. A presto

Vi aspetto, martedì 11 agosto alle ore 20,50

 

Diritti e attualità: 14/08

Diritti e attualità: appuntamento di venerdì 14 agosto alle 15.50 Nel sempre attuale e scottante dibattito sul confronto tra cultura cristiana e cultura islamica il richiamo mitologico alla battaglia di Lepanto (che secondo la leggenda avrebbe stroncato le mire egemoniche dell'invasore musulmano) è assai ricorrente. Nel corso della trasmissione, Socrates Negretto spiegherà cosa fu davvero quello scontro e in quale panorama tanto articolato quanto complesso si inserisse.
Un modo per scoprire che la realtà dei rapporti tra culture diverse è sempre più sfumata e sfaccettata di quanto ci viene spesso dipinta.
Buon ascolto!
battaglia di Lepanto

Vi aspettiamo venerdì 14 agosto alle 15.50

 

Gli Altronauti 31/07: Cabalà ‘evolutiva’ con Nadav Crivelli

Cabala Venerdì 31 luglio 2020 dalle 12.00 alle 13.30 gli Altronauti propongono una puntata molto particolare e inconsueta... alla scoperta della Cabalà "evolutiva". Per l'occcasione sarà nostro ospite, in collegamento da Gerusalemme, Nadav Crivelli: studioso, saggista e maestro di Cabalà, nonché fondatore e direttore della Scuola di studi cabalistici "La sapienza della verità", volta a diffondere la tradizione più pura della mistica ebraica. Grazie alla sua più che ventennale esperienza di insegnamento in Italia e in Israele, Nadav ci parlerà di come questa antica Sapienza, un tempo appannaggio solo di pochi, possa oggi rivivere come strumento di crescita ed autoconoscenza.
"La Cabalà è l'arte dell'intrecciare e ricamare il nostro cablaggio col Divino e con la sua creazione. La Cabalà è il cablaggio dell'universo, fisico e spirituale insieme" (Nadav Crivelli).
Sarà possibile per gli ascoltatori interagire in diretta e formulare domande al nostro ospite, tramite SMS al 345.18.91.685

Vi aspettiamo: in diretta, venerdì 31 luglio dalle 12.00 alle 13.30
e in replica, mercoledì 12 agosto dalle 15.20 alle 16.50

 

Diritti e attualità: 31/07

Waterloo
"Diritti e attualità": appuntamento di venerdì 31 luglio alle 15.50
Su richiesta di un ascoltatore, la narrazione della dirompente epopea napoleonica prosegue col racconto della gigantesca ed estenuante battaglia che pone fine all'avventura di Bonaparte. La descrizione del celebre scontro di Waterloo, a cura di Socrates Negretto, oltre ad esaminare lo snodarsi della vicenda andrà ad indagare chi fossero gli uomini che si confrontarono quel giorno, quali valori serbassero, quali tipi di società promuovessero, quale tipo di organizzazione li supportava. Un modo insolito per riflettere su quanto concetti come "libertà" e "nazione" possano conoscere significati e interpretazioni talmente difformi da condurre ad efferati conflitti.
Buon ascolto!

Vi aspettiamo venerdì 31 luglio alle 15.50

 

Noncicredo 28/7: bachi, ragni, alghe ... quante sorprese!

Nephila clavipesQuesta settimana Noncicredo (martedì 28 luglio ore 20,50, replica domenica 9 agosto ore 16,50) affronta la quinta puntata sulla Blue Economy. Dopo averne esplorato le caratteristriche generali ed aver visto numerosi esempli applicativi, questa volta i protagonisti sono soltante due: i produttori delle sete e le alghe.
Come avrete modo di scoprire nel corso del programma, la seta non è un prodotto esclusivo del baco (quello dei gelsi), ma di una nutrita schiera di altri animali, alcuni dei quali, come il ragno tessitore (Nephila clavipes), sono vere e proprie fabbriche, potendo produrre sete di tipo, consistenza, proprietà completamente diverse tra loro. Entrare nel regno di queste sete è affascinante per l'enorme quantità di applicazioni possibili (già realizzate o che sarebbe meglio cominciare a realizzare). Non voglio togliervi la sorpresa, ma se usassimo la seta del ragno per ricreare un nuovo ponte di Brooklin, questo sarebbe almeno due volte più resistente e sicuro di quello attuale ... già ... incredibile, vero?
La seconda parte della puntata è dedicata alle alghe ... no, non vi proporrò piatti e minestre a base di queste piante. Parleremo di furanoni e della loro funzione nella battaglia contro i batteri (quelli cattivi si intende) e in molte altre attività benefiche per l'ambiente e la nostra salute. Ed infine scopriremo un'alga davvero straordinaria, la Spirulina (Arthrospira platensis), che la Blue economy ha lanciato ed ora potete comprare ovunque anche su Amazon.
Vi aspetto per una serata, questa volta sì, davvero ricca di sorprese.

Vi aspetto martedì 28 luglio, ore 20,50

 

Diritti e attualità: 17/07

socratesNel consueto spazio quindicinale, venerdì 17 luglio ore 15.50, Socrates Negretto dell'associazione "Libertà e Giustizia" scandaglierà le travagliate vicende economiche e familiari di una donna ebrea che è riuscita a costruire uno dei più solidi imperi finanziari del XVI secolo. Un cammino di sofferenze, peregrinazioni e persecuzioni idn un luogo multiculturale - il Mediterraneo del Rinascimento - segnato da disorientanti contraddizioni al punto da vederlo perennemente in bilico tra accoglienza e intolleranza, affarismo e superstizione, promiscuità e chiusure. Un momento storico cruciale per comprendere quanto siano labili i confini delle nostre "identità" e quanto altresì sia azzardato attribuire patenti di superiorità morale ad una qualsiasi delle culture che ancor oggi si confrontano all'interno del "mare nostrum".
Buon ascolto!

Vi aspettiamo venerdì 17 luglio alle 15.50

 

30 giugno: Noncicredo e Infinitamente blues

GotlandMartedì 30 giugno alle ore 20,50, va in onda la solita puntata di Noncicredo.
Dopo l’interruzione per trasmettere il pezzo su Peppino Impastato, torniamo alla Blue economy, presentando il terzo capitolo del nostro percorso. Questa volta cercheremo di riprendere alcuni progetti, dei quali abbiamo già parlato nella precedente puntata e di approfondire i modi in cui sono nati, cresciuti e si sono realizzati, diventando patrimonio non solo della strategia di Gunter Pauli, ma di chiunque decida che esiste una strada alternativa a quella tradizionale e anche alla green economy.
Torneremo in Colombia per ripercorrere la straordinaria avventura a Las Gaviotas di Paolo Lugari. Poi visiteremo le fondazioni africane che hanno sfidato la fame, le malattie e la povertà, usando solo mezzi del tutto naturali e spesso sorprendenti.
E, ancora, scopriremo altre storie, girando per il mondo, dalla Svezia al Messico, dall’Inghilterra alla Spagna.
Vi aspetto per un’altra puntata sulla Blue economy.

A seguire, Infinitamente blues (ore 22,30), presenta una scaletta dedicata al Jazz e precisamente alle donne italiane che interpretano questo genere musicale. Ci sono le big (Mina, Vanoni, De Paula, Ruggiero) e uno stuolo di cantanti meno conosciute dal grande pubblico, che hanno in comune di essere tutte bravissime, dotate di una voce meravigliosa. Vi aspettiamo.
 

A Progetto Memoria: "Shock Economy" (1 luglio)

Shock economyMercoledì 01 luglio 2020, alle ore 14, nel programma “Progetto Memoria” inizierà la lettura del libro “Shock Economy” di Naomi Klein.
Che cosa hanno in comune l’Iraq dopo l’invasione americana, lo Sri Lanka post-tsunami, New Orleans dopo l’uragano Katrina? Sono tutti momenti drammatici e cruciali che il capitalismo ha sfruttato per imporre il fondamentalismo del libero mercato. Naomi Klein è stata tra i primi a comprendere e smontare il falso mito del trionfo pacifico e democratico dell’economia di mercato e in questo testo smaschera i reali meccanismi che guidano il capitalismo. Denunciando le strategie criminali con cui l’ultraliberismo approfitta dei traumi che colpiscono le popolazioni – dai cataclismi naturali alle guerre, dal terrorismo ai licenziamenti di massa – Shock Economy è un agghiacciante e argomentato atto d’accusa contro un’economia di conquista che sfrutta cinicamente i disastri (a vantaggio di pochi) e ne produce in proprio di ancora peggiori. Vi aspettiamo mercoledì per capirne di più insieme.

Mercoledì 01 luglio ore 14.00, ti aspettiamo!!!

 

"La mafia è una montagna di merda!" (P. Impastato)

Peppino"Noncicredo" libera le puntate del 16 giugno (ore 20,50) e del 28 giugno (replica alle 16,50) per consentire la messa in onda di una trasmissione unica e, a nostro avviso, imperdibile. Tre ragazze e tre ragazzi delle scuole superiori di Vicenza, hanno realizzato un loro progetto: quello di ricordare la vita, la lotta contro la mafia e la tragica morte di Peppino Impastato, il giovane giornalista che a Cinisi, presso Palermo, trasmetteva con la sua emittente Radio Aut, le puntate di "Onda Pazza". La sua arma è stata, soprattutto, il sarcasmo, con il quale ha sbeffeggiato un'organizzazione così potente, subdola, feroce, quella cosca guidata dal boss Gaetano Badalamenti, detto Tano, che ordinerà l'omicidio di Peppino, il 9 maggio 1978 (già ... proprio il giorno di via Caetani), e per il quale verrà condannato solo un quarto di secolo più tardi, nel 2002. Il lavoro che i sei protagonisti presentano, segue, di alcune puntata di Onda Pazza, le battute, la musica e i testi usati da Peppino, espressi a volte con linguaggio duro e molto esplicito, come si conviene quando si ha a che fare con dei banditi. Ci hanno messo il cuore, la passione, la bravura e noi siamo orgogliosi di essere stati al loro fianco, anche in un periodo così complicato come quello del corona-virus.
Il consiglio è di ascoltare questo programma perché la lotta contro la mafia non può mai finire, né oggi né mai.
Il brano sarà disponibile nel podcast del sito "noncicredo.org" subito dopo la sua messa in onda. Buon ascolto!
 

Appuntamento settimanale con «Gli Altronauti» dal 5 giugno

A partire dal 5 Giugno e per tutto il mese, la trasmissione del Centro di Pedagogia Evolutiva "Sei Altrove" andrà in onda in via sperimentale con una nuova cadenza ... settimanale!
Queste nuove puntate saranno dedicate a spunti di riflessione e proposte operative di autoconoscenza, tratti dai quasi due lustri di esperienza del Centro, e a dare spazio a voci "alternative" che possano essere di aiuto nel guardare con occhi nuovi il mondo che ci circonda, e di riflesso anche il nostro mondo interiore.
Sintonizzatevi!
Ogni venerdì dalle 12.00 alle 13.30, sulle frequenze di Radio Cooperativa

Prossime puntate:
Venerdì 5 Giugno
Venerdì 12 Giugno
Venerdì 19 Giugno
Venerdì 26 Giugno
 

Anche il 2 giugno con Noncicredo e Infinitamente blues

Nuova serata in compagnia di Noncicredo e Infinitamente blues il 2 giugno. 
Noncicredo continua l'analisi della Blue Economy cominciando a presentare molti esempi di processi e attività già implementate nella nostra società. Serviranno per chiarire cosa si intende con il termine "processo a cascata" e con il fondamento di questa strategia: quello di far lavorare in simbiosi ecosistemi diversi. I vantaggi? Nessuno sperpero di risorse; uso di risorse locali; vantaggi per una economia locale e - ci credereste? - nessuna produzione di rifiuti (o quasi).
Infinitamente blues vi offre una puntata piena zeppa di ricordi per chi ha qualche anno in più (fate a capire anche se l'espressione non è correttissima). Vecchie canzoncine, tormentoni, sigle televisive. Anche i più giovani avranno un loro piccolo spazio e comunque potranno capire cosa ascoltavano i loro padri (e qualche nonno) da giovani. Ci sono alcuni dei loro miti. Un esempio? Ricordate le gemelle Kessler? 
Vi aspettiamo martedì 2 giugno dalle 20.50 in poi!!!!!