Radio Cooperativa (mappe)
Uffici: via A. Da Tempo 2, 35131 Padova
Studio: str. Battaglia 89, 35020 Albignasego
Sostieni Radio Cooperativa
Scarica bollettino

IBAN
Scrivi il
 EUR
contributo
Socio
Posta certificata
Facebook
RTI
streaming

Let's take the oss: dal 7 settembre 2015

AIE

Il 7 Settembre ha inizio 'Let's take the OSS', progetto che l'Associazione Immigrati Extracomunitari ha presentato e vinto al Concorso 'Gioventù e Migrazioni. Insieme per un pianeta sostenibile e solidale' organizzato da Gao Cooperazione Internazionale e Tavola Valdese, appoggiatoda Radio Cooperativa.
Il progetto prevede un ciclo di 10 puntate radiofoniche, che andranno in onda su Radio Cooperativa, in diretta tutti i lunedì dalle ore 19.10 alle ore 20. 40 nella consueta rubrica dell'Associazione Immigrati. (leggi tutto ...)

Vi aspettiamo Lunedì 7 settembre alle 19.10

 

Infinitamente blues 20 luglio: Brasil meu amor

Il Brasile e la sua musicaLunedì 20 luglio ore 22,30 a Infinitamente blues vogliamo portarvi in vacanza con noi: l'ultima puntata della trasmissione prima della sosta di agosto(') proporrà infatti una rassegna delle musiche brasiliane. Partiremo dalla nascita della Bossa Nova con Carlos Jobim e Vinicius de Moraes, accompagnati da grandi compositori e cantanti come Joao e Astrud Gilberto, Caetano Veloso, Gilberto Gil, Maria Bethania, Sergio Mendes, Toquinho e la fantastica Elis Regina. Avremo però anche compositori ed esecutori più recenti come gli Olodum, Gilson Silveira, Edson Gomes e i Tribalistas di Arnaldo Antunes, Marisa Monte e Carlinhos Brown per chiudere con la vedette della musica di oggi, Ivete Sangalo.
Certo, la scelta è stata terribilmente difficile e gli esclusi sono moltissimi e tutti di primissimo piano, ma, sapete come si dice?, il tempo è tiranno e dura quello che dura. Serata riempita come sempre da racconti, storie, aneddoti e spiegazioni, prima di darvi il nostro affettuoso arrivederci a settembre. Silvia, Adriano, Mario.
-----------------------------
(') durante il mese di agosto potrete ascoltare ogni settimana una delle trasmissioni di questi sette mesi.

Vi aspettiamo, lunedì  06 luglio alle ore 22.30

 

AIE 20/7: A te Zineb e a tutte

ZinebLunedì 20 Luglio l'Associazione Immigrati Extracomunitari andrà in onda dalle 19.10 alle 20.40 con una puntata dedicata all'evento A TE ZINEB E A TUTTE che si terrà domenica 19 Luglio all'Anfiteatro del Venda.
Dall'esperienza di questo evento, in ricordo di Zineb, uccisa dal marito in provincia di Padova a soli 22 anni, e di tutte le vittime, torneremo a parlare della violenza di genere, perchè la violenza nei confronti delle donne continua ad essere un problema per la società.
Per ulteriori info visitate la nostra pagina Facebook  Ass. Immigrati Padova

Vi aspettiamo lunedì 20 luglio ore 19.10

 

Infinitamente blues 6 luglio con Enrico Santacatterina

Enrico SantacatterinaLunedì 6 luglio ore 22,30 a Infinitamente blues avremo un ospite di eccezione. Appena rientrato dalla Russia (non è un modo di dire è proprio vero!) verrà a trovarci in studio Enrico Santacatterina, grande chitarrista blues e rock padovano. Come sempre ci faremo raccontare la sua storia e, in quello che ormai possiamo definire un salotto-blues, ascolteremo di canzoni, discuteremo di musica, racconteremo aneddoti e storie.
Dubito che qualcuno non conosca Enrico, perfino chi è più legato alla musica leggera, dal momento che ha collaborato con parecchi cantanti molto conosciuti come Albano, Riccardo Fogli, I Giganti, Paul Young. Per i due che non sapessero chi è ecco il link al suo sito.
Ascolteremo le sue interpretazioni anche di brani immortali, scritti dai grandi del blues. Come sempre accompagneremo alle canzoni di Enrico quelle di chi lo ha ispirato o di alcuni suoi compagni di viaggio, come il grande Joe Bonamassa. Così avremo in scaletta brani di Carlos Santana, Dei Pink Floyd (David Gilmour) di Ritchie Blackmore con i Deep Purple e poi dei superclassici del blues come Eric Clapton, Stevie Ray e Robben Ford ... e altri ancora.
Una serata da non perdere.

Vi aspettiamo, lunedì  06 luglio alle ore 22.30

 

Nuova trasmissione “Misteri da scoprire”

MisteriNuova trasmissione “MISTERI da SCOPRIRE” che avrà luogo ogni lunedì sera dalle ore 20.50 alle ore 22.20 per tutto il mese di giugno.
Ideatore del programma è il dott. Marino Massarotti, personaggio eclettico nel mondo del teatro, dell’arte e della storia, autore di libri di avventure storiche e di opere teatrali  e, nel suo passato professionale, neurochirurgo in varie università.  Egli raccoglie da anni, dalla letteratura specializzata  e dalle notizie sui mass media, appassionanti storie del mistero, enigmi storici da ogni parte del mondo, avvenimenti inspiegabili del passato che hanno scatenato le più fantasiose ipotesi, senza tuttavia, quasi sempre, che si sia ancora giunti a spiegazioni plausibili e scientificamente provate.
Ogni puntata sarà  appunto dedicata ad uno di questi misteri che saranno raccontati in studio da Marino Massarotti con il coordinamento e la regia di Maria Pistorello.
In “MISTERI da SCOPRIRE” non si tratteranno argomenti nei quali sia coinvolta la sfera religiosa, come miracoli, apparizioni, reliquie, non perché  non siano importanti, ma perché  appartengono ad altri campi di indagine psicologica e si eviteranno “storie” inerenti il campo della ufologia e delle presenze aliene, nonché fatti legati al paranormale.
I temi affrontati saranno:
  1. L’isola delle querce – un tesoro irraggiungibile da 200 anni.
  2. Cosa avvenne nel cuore della Siberia nel 1908?
  3. Il mistero della “MARY CELESTE”.
  4. Il castello dei coralli: una dimostrazione d’amore.
 

Il 15/6/1965 cambia tutto: esce "Like a rolling stone"

Like a rolling stoneLunedì 22 giugno ore 22,30 a Infinitamente blues una puntata dedicata ai 50 anni di una canzone che ha cambiato davvero il mondo della musica. Il 15 giugno 1965 veniva infatti pubblicata "Like a rolling stone" di Bob Dylan. Nella puntata leggeremo il testo in italiano e la ascolteremo nelle versioni di alcuni tra i grandi autrori che l'hanno riproposta (Green Day, Rolling Stones, Jimi Hendrix) oltre alla versione originale tratta dall'album Highway 61 Revisited (che chiuderà la serata). Cercheremo anche di capire chi "girava attorno" all'evento, quali erano i "compagni di viaggio" di Dylan, chi poteva vantarsi di essere un suo emulo. Ascoltermeo anche altri brani del grande menestrello e canzoni dei Rolling Stones, di Donovan, Barry McGuire, Peter Paul & Mary, The Who, i Byrds, i Jefferson Airplane e altri ancora.

Vi aspettiamo, lunedì 22 giugno alle ore 22.30

 

AIE 22/6: verso il 3° incontro sui paesaggi terrazzati

Paesaggi terrazzatiLunedì 22 Giugno dalle 19.10 alle 20.40 l'Associazione Immigrati extracomunitari di Padova ospita il Professor Mauro Varotto docente del dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell'Antichità, Sezione di Geografia di Padova.
Presenterà il lancio del 3° Incontro Mondiale sui Paesaggi Terrazzati, che la Regione Veneto organizzerà su mandato dell'Alleanza Mondiale per il Paesaggio Terrazzato (ITLA), che si terrà il 25 Giugno a Piazzola sul Brenta. 
Condurrà con noi l'intervista Lianet Camara, master all'Università di Padova e ricercatrice sulla tematica dei terrazzamenti.
Per ulteriori info visitate la nostra pagina Facebook  Ass. Immigrati Padova

Vi aspettiamo lunedì 22 giugno ore 19.10

 

Noncicredo 20/6: l'enciclica di papa Francesco

Enciclica papa FrancescoIn effetti chi segue la trasmissione dirà tra sè e sè: "Ma questo è impazzito? Che parli d'ambiente e lasci stare i santi". E' quello che farò, prendendo spunto dalla recentissima enciclica di papa Francesco, intitolata "Laudato sì" ma che contiene i temi ambientali che normalmente trattiamo. Leggendola ho avuto come l'impressione che il papa abbia ascoltato molto spesso Radio Cooperativa, dove quelli che parlano di ambiente (non solo io ovviamente, penso a Gianni Tamino, ad Andrea Zanoni e al nostro presidente Albino Bizzotto) da anni dicono esattamente le cose che l'analisi dell'enciclima mette in evidenza. Poi è chiaro che le posizioni si differenziano su alcuni punti. A me non verrebbe mai in mente di parlare di peccato o di punizione divina per gli inquinatori: vorrei vederli in un carcere maleodorante e pieno di ratti con le chiavi buttate nell'oceano. Ma non è questo il punto. Anche se diciamo le stesse cose, non c'è dubbio che la platea alla quale Francesco si rivolge sia enormemente più vasta della "nostra" e soprattutto che tocchi le menti (anche i cuori, ma soprattutto le menti) di chi candidamente vive una vita ignara dell'abisso in cui la società ma anche lui stesso con il suo mefreghismo ci hanno cacciato. Non dobbiamo certo condividere tutto quello che il papa dice e scrive, ma è il dibattito aperto che si legge nell'enciclica a darne un giudizio positivo.

Vi aspetto sabato 20 giugno ore 14.50

 

Giornata Internazionale Profughi

MigrantiRadio Cooperativa segue questo evento e lo trasmetterà in registrata in una prossima data.

Vi aspettiamo martedì 23 giugno alle 20.30 alla ex-Fornace Carotta. L'incontro è organizzato da MSF, Emergency, CRI, Coopi, Ai.Bi. su un tema sempre piu' scottante e tragico. Sentirete come queste associazioni cercano di aiutare migranti, sfollati e rifugiati nella dolorosa fuga dalle loro citta', dai loro paesi.
Oltre 51 milioni di persone nel mondo sono in fuga da guerre, persecuzioni, fame e calamità. Cercano la salvezza perlopiù in altre regioni o nei paesi vicini. Per chi cerca di penetrare le nostre frontiere, via terra o via mare, l’unica possibilità sono i viaggi della disperazione nelle mani dei trafficanti, lungo rotte disseminate di morti: così ha deciso l’Europa.
Poi ci sarà una vita da ricominciare, in paesi spesso ostili o con poche risorse.
A fronte di questa emergenza umanitaria, le nostre associazioni, a fianco di tante altre e delle istituzioni, danno assistenza a rifugiati, migranti e sfollati, dentro e fuori dal nostro Paese e nei luoghi di transito.
 

LETTERA AGLI AMICI PER RADIOCOOPERATIVA

Carissima/o

Radiocooperativa è una realtà anomala. Trasmette dal 1978 su base volontaria, senza pubblicità. Di questi tempi è difficile tenere il passo, sia per il peso della crisi, che per il clima appesantito a livello sociale e politico.
In tutti i campi, anche in quello dell’informazione, sono molti i fallimenti e i restringimenti per gli operatori del settore, sia pubblici che privati.
Nonostante le difficoltà Radiocooperativa è sopravvissuta finora senza debiti, ma l’attuale situazione la espone a precarietà, che possono bloccarne il futuro.
D’altra parte pensare di strutturarla come una normale impresa, dovrebbe perdere la sua natura, la sua libertà politica, la sua funzione specifica. Nessuno ne fa un dramma; può chiudere anche questa esperienza, come tante altre. Ma se proprio nel momento più acuto della spietatezza del mercato, non in base a una sicurezza finanziaria, ma in base a una capacità concreta di servizio gratuito alla società, riuscissimo a tenere in vita ancora questa eresia … a livello storico il fatto potrebbe avere un valore superiore alla realtà delle trasmissioni stesse. L’informazione sistematica sui diritti umani a partire dagli “scartati”, i precari e i marginali, l’impegno per il dialogo interculturale, per la partecipazione sociale e politica, l’intrattenimento con persone sole su buona parte del Veneto e altro … è una voce piccola, ma ritengo  ancora significativa e importante.
Non so se condividi questo punto di vista.
Personalmente rivesto ancora l’incarico di presidente della Cooperativa “Informazione e  Cultura” che gestisce Radiocooperativa.
Mi sono fissato di trovare 50 persone, che garantiscano un contributo di 1.000 euro l’anno per fare conto di una base stabile, su cui appoggiare le altre iniziative per completare i costi annuali, che vanno dagli 80 ai 90 mila euro.
La prima persona cui ho fatto la proposta ha già risposto con un assegno di 1.000 euro.
Mi sento incoraggiato.
Se pensi che ci sono altri amici e anche qualche organizzazione disponibile per questa operazione non fai altro che segnalarmelo.

Ti ringrazio e ti saluto cordialmente.

Don Albino Bizzotto
 

A.I.E. 15 giugno: papa Francesco in Terrasanta

Nessuno strumentalizzi Dio - di Romina GobboLunedì 15 Giugno dalle 19.10 alle 20.40 l'Associazione Immigrati Extracomunitari di Padova ospiterà la giornalista Romina Gobbo con il suo libro "Nessuno strumentalizzi Dio! - Papa Francesco in Terra Santa: l'urgenza della pace".
Attraverso il “pellegrinaggio di preghiera” del Santo Padre il libro ci porterà a  parlare in maniera ampia della Terra Santa, un territorio ricco di bellezza, ma anche di contraddizioni, dove l’atmosfera multiculturale convive con il conflitto israelo-palestinese e l’equilibrio tra le religioni (Ebraismo, Cristianesimo, Islam) si regge sulla quotidianità.
Per ulteriori info e commenti visitate la nostra pagina Facebook Radio A.I.E. e visitate anche la pagina facebook dell'autrice.

Vi aspettiamo lunedì 15 giugno ore 19.10

 
I nostri podcast
Abbonati: è gratuito!
ultimi podcast
clicca sull'immagine
Ascolta in streaming

Anticipazioni dai programmi